•DOPO CHE IL MIO CANE E’STATO OPERATO PER UN’ERNIA DEL DISCO E’CONSIGLIATO INIZIARE LESEDUTE DI FISIOTERAPIA?

Si. La riabilitazione ha un ruolo molto importante nel recupero di un paziente a seguito di unintervento chirurgico, dopo il quale è sempre consigliata una prima visita fisiatrica. Il fisiatra stabilirà il programma riabilitativo necessario per ogni paziente. Gli obiettivi e l’approccio terapeutico varieranno a seconda della condizione clinica e delle capacità motoriedel paziente, costruendo unprogrammapersonalizzatoche verrà modificato in base ai progressi raggiunti.Il programma sarà stabilito anche in base alle caratteristiche caratteriali del caneed alle cose da lui più amate, in modo da avere la sua massima collaborazione.Prima vengono iniziate le sedute e più velocemente siavrà il recupero,evitando posture errate e compensi che possono diventare difficili da risolvere.

•IN COSA CONSISTE LA FISIOTERAPIA POST CHIRURGICA?

La fisioterapia del cane operato di ernia discale prevede il recupero della motilità del soggetto in modo graduale, con terapie manuali e strumentali, che verranno scelte in base alla situazione clinica del paziente; alcuni cani infatti dopo la chirurgia sono in grado di camminare con vari deficit, mentre altri non riescono a mantenere la stazione quadrupedale.Il cane viene dapprima posizionato in stazione sulle quattro zampeed aiutatotramite l’uso di sospensori e fisioballse non riuscisse da solo, poi coinvolto inesercizi propriocettivi con tavolettee cuscini, per proseguire con la stimolazione al movimento.L’agopuntura applicata insieme alla terapia fisioterapica accelera il processo di recupero, riducendo il dolore, l’infiammazione e riequilibrando l’organismo.

•E SE IL MIO CANE NON DEVE ESSERE OPERATO MA SI SCEGLIE UN APPROCCIO CONSERVATIVO?

Diversi pazienti con diagnosi di malattia del disco intervertebrale non richiedono un interventochirurgico:questi cani possono esseregestiti efficacemente con fisioterapia ed agopuntura. L’intervento e il sostegno precoci sono fondamentali nel ridurre l’infiammazione, il dolore, mantenere laflessibilità della fascia e riequilibrare le risposte posturali. Successivamente si agirà nel rinforzare il “core”, ovvero i muscoli posturali del tronco,che danno stabilità all’interoorganismo,onde evitare recidive, aumentare la tolleranza all’esercizio e facilitare un’andatura corretta.

•ESERCIZI A CASA

Ogni paziente è diverso, il tempo trascorso in riabilitazionedipenderà dalle sue condizioni iniziali e dai suoi progressi, in ogni casogli esercizi a casa prescritti dal fisiatrasvolgono un ruolo cruciale nel recupero.Verranno scelti insieme al proprietario degli esercizi attuabili a casa che vadano a riprendere quello che si è svolto durante la seduta di fisioterapia. Gli esercizi verranno cambiati progressivamente in base all’evoluzione clinica del cane.